FRANCO BATTIATO – L’Arte e l’Assoluto

<<Tutti gli artisti, anche i più scarsi, sanno bene che siamo un ponte tra l’alto e il basso. A volte arrivano delle influenze, e se si è in grado di coglierle ne viene fuori qualcosa di bello. L’Assoluto è tutto. È la nostra esistenza incalcolabile. Non a caso si chiama infinito. Quando un uomo comincia a prendere coscienza della sua esistenza si ribalta tutto. Credo negli esseri che stanno in alto, gli angeli. Il diavolo è in qualche modo la parte negativa dell’esistenza. Abbiamo il libero arbitrio che ci differenzia dagli animali. I miei amici sono gli alberi, le piante, le rose, le nuvole. La bellezza è sempre interiore. Esteriormente si può essere bellissimi, ma dentro essere poi come un pane senza sale>>.

Franco Battiato

Immagine dal web (Disclamer)

JACOB BÖHME – l’Uno

«L’Uno, il “Sì”, è puro potere, è la vita e la verità di Dio, o Dio stesso. Dio però sarebbe inconoscibile a Se stesso e in Lui non vi sarebbe alcuna gioia o percezione, se non fosse per la presenza del “No”. Quest’ultimo è l’antitesi, o l’opposto, del positivo o verità; esso consente che questa divenga manifesta, e ciò è possibile solo perché è l’opposto in cui l’amore eterno può divenire attivo e percepibile.»

(tratto da “Questioni teosofiche, III, 2” – Jacob Böhme)


Immagine dal web (Disclamer)