AUTUNNO – Monia Pin

Mi ritrovo
tra le parole dell’autunno,
nel suo dolce declino
traspare tutta l’enfasi
di un amore unico
che il clamore dell’estate
aveva costretto a tacere.
Mi sento bene
tra i suoi proficui silenzi
dove pure i miei si specchiano,
ed insieme cerchiamo
quel che resta
di ogni piccola speranza
ridipinta da un cielo che muta.
E quanta grazia
traspare dalla luce d’autunno,
nell’aura che divinamente
ridisegna ogni sembianza
ritrovo parte di me,
lì dove inizio e fine
perdono ogni confine
e divengono dimora dell’anima.


Monia Pin

Immagine dal web (Disclamer)

IL MATTINO – Monia Pin

Bisognerebbe accogliere ogni mattino a mani giunte,
rimanere con gli occhi chiusi e ascoltare il cuore,
farsi accarezzare dalla brezza e contemplare l’anima.

Bisognerebbe recitare una preghiera al mattino,
nutrirsi dei colori dell’aurora e della quiete dell’alba,
assaporare la magia dei piccoli miracoli della vita,
usarne le tinte vivaci per disegnare sogni
e ringraziare Dio.

Monia Pin


Immagine dal web (Disclamer)

IL VIALE DELL’ANIMA – Monia Pin

Il viale portava
sul finire del giorno,
il mio passo era incerto,
la mia anima sperduta.
Non c’erano stelle, né luna
a rischiarare il mio solitario cammino.
Alzavo gli occhi
verso quel cielo plumbeo
cercando invano risposte
che non mi giungevano.
Sola, con il mio gravoso bagaglio
di domande.
Innalzo ora il mio sguardo
che si fa muta preghiera
e mi porta a Te.
Nel mio cuore parlano
voci lontane, ma chiare
e i miei timori si dissolvono
come nebbia al sole.
I miei occhi luccicano di gioia
e leggero è il mio spirito.
Portami dove tutto inizia
e la fine conduce all’eternità del cuore.
La mia strada ora è tersa
e sicuro il mio passo,
non sono più sola
e non temo la sera.

Monia Pin

(tratto da “Quando vedrai l’aurora” – Monia Pin)